LEZIONE 29

IMG_7566

“L’idea di oggi spiega perché puoi vedere uno scopo in ogni cosa. Spiega perché nulla è separato, in sé e per sé. E spiega perché nulla di ciò che vedi ha alcun significato. In effetti spiega tutte le idee che abbiamo usato finora, ed anche tutte le successive. L’idea di oggi è tutto ciò su cui si fonda la visione.
Probabilmente avrai molta difficoltà ad afferrare quest’idea a questo punto. Puoi trovarla stupida, irriverente, insensata, divertente e persino biasimevole. Certamente Dio non è in un tavolo così come tu lo vedi, per esempio. Eppure proprio ieri abbiamo sottolineato il fatto che un tavolo condivide lo scopo dell’universo. E ciò che condivide lo scopo dell’universo condivide lo scopo del suo Creatore.”

LEZIONE 29
Dio è in tutto ciò che vedo.

L’idea di oggi spiega perché puoi vedere uno scopo in ogni cosa. Spiega perché nulla è separato, in sé e per sé. E spiega perché nulla di ciò che vedi ha alcun significato. In effetti spiega tutte le idee che abbiamo usato finora, ed anche tutte le successive. L’idea di oggi è tutto ciò su cui si fonda la visione.
Probabilmente avrai molta difficoltà ad afferrare quest’idea a questo punto. Puoi trovarla stupida, irriverente, insensata, divertente e persino biasimevole. Certamente Dio non è in un tavolo così come tu lo vedi, per esempio. Eppure proprio ieri abbiamo sottolineato il fatto che un tavolo condivide lo scopo dell’universo. E ciò che condivide lo scopo dell’universo condivide lo scopo del suo Creatore.
Quindi oggi prova a cominciare ad imparare a guardare tutte le cose con amore, apprezzamento ed apertura mentale. Tu non le vedi ora. Vuoi sapere cosa si cela in esse? Nulla è come ti appare. Il loro scopo santo è al di là della tua sfera limitata. Quando la visione ti avrà mostrato la santità che illumina il mondo, comprenderai perfettamente l’idea di oggi. E non ti spiegherai come tu abbia mai potuto trovarla difficile.
I nostri sei periodi odierni di pratica, di due minuti ciascuno, dovranno seguire uno schema ormai familiare: inizia col ripetere a te stesso l’idea di oggi e poi applicala a soggetti scelti a caso attorno a te, citando ciascuno di essi specificatamente. Cerca di evitare la tendenza a fare una selezione da te pilotata, cosa che può essere particolarmente allettante in connessione con l’idea di oggi, considerando la sua natura a te totalmente estranea. Ricorda che ogni ordine imposto da te è altrettanto estraneo alla realtà.
La tua lista di soggetti dev’essere pertanto quanto più libera possibile da una tua selezione. Una lista adeguata potrebbe includere, per esempio:

Dio è in questo attaccapanni.
Dio è in questa rivista.
Dio è in questo dito.
Dio è in questa lampada.
Dio è in quel corpo.
Dio è in quella porta.
Dio è in quel cestino per i rifiuti.

Oltre ai periodi di pratica stabiliti, ripeti l’idea di oggi almeno una volta ogni ora, guardandoti lentamente attorno mentre ti ripeti senza fretta le parole. Almeno una o due volte dovresti provare un senso di quiete nel farlo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s