LE IDEE NON LASCIANO MAI LA LORO FONTE

IMG_8253

In questo mondo, sembra esserci uno stato che è l’opposto della vita. Tu lo chiami morte. Ma abbiamo imparato che l’idea della morte assume molte forme. È la sola idea che sta alla base di tutte le sensazioni che non sono supremamente felici. È l’allarme al quale tu dai qualsiasi tipo di risposta che non sia gioia perfetta. Ogni dolore, perdita, ansia, sofferenza e pena, persino un piccolo sospiro di stanchezza, un lieve disagio o il più semplice aggrottare delle ciglia sono un riconoscimento della morte. E così neghi di vivere.
Pensi che la morte sia del corpo. Tuttavia non è che un’idea, irrilevante per ciò che viene visto come fisico. Un pensiero è nella mente. Può quindi essere applicato come la mente lo indirizza. Ma è alla sua origine che deve essere cambiato, se deve esserci il cambiamento. Le idee non lasciano la loro fonte.

LEZIONE 167
C’è un’unica vita, ed è quella che condivido con Dio.

Non vi sono diversi tipi di vita, perché la vita è come la verità. Non ha gradazioni. E’ l’unica condizione in cui tutto ciò che Dio ha creato condivide. Come tutti i Suoi Pensieri, non ha opposti. La morte non esiste perché ciò che Dio ha creato condivide la Sua vita. Non c’è morte perché non esiste un opposto di Dio. Non c’è morte perché il Padre e il Figlio sono uno.
In questo mondo, sembra esserci uno stato che è l’opposto della vita. Tu lo chiami morte. Ma abbiamo imparato che l’idea della morte assume molte forme. È la sola idea che sta alla base di tutte le sensazioni che non sono supremamente felici. È l’allarme al quale tu dai qualsiasi tipo di risposta che non sia gioia perfetta. Ogni dolore, perdita, ansia, sofferenza e pena, persino un piccolo sospiro di stanchezza, un lieve disagio o il più semplice aggrottare delle ciglia sono un riconoscimento della morte. E così neghi di vivere.
Pensi che la morte sia del corpo. Tuttavia non è che un’idea, irrilevante per ciò che viene visto come fisico. Un pensiero è nella mente. Può quindi essere applicato come la mente lo indirizza. Ma è alla sua origine che deve essere cambiato, se deve esserci il cambiamento. Le idee non lasciano la loro fonte. L’enfasi che questo corso ha posto su questa idea è dovuta alla sua centralità nei nostri tentativi di cambiare l’idea che hai di te stesso. È la ragione per cui puoi guarire. È la causa della guarigione. È il motivo per cui non puoi morire. La sua verità ha stabilito che tu fossi una cosa sola con Dio.
La morte è il pensiero che tu sei separato dal tuo Creatore. È credere che le condizioni cambino, che le emozioni si alternino per cause che non puoi controllare, che non hai fatto, e che non puoi mai cambiare. È credere fermamente che le idee possano lasciare la loro fonte, e assumere qualità che la fonte non contiene, diventando diverse dalla loro stessa origine, separate da essa nel tipo, nonché nella distanza, nel tempo e nella forma.
La morte non può venire dalla vita. Le idee rimangono unite alla loro fonte. Possono estendere tutto ciò che la loro fonte contiene. In questo possono andare molto al di là di se stesse. Ma non possono far nascere quello che non è mai stato dato loro. Come esse sono fatte, così sarà il loro fare. Come sono nate, così faranno nascere. E ritorneranno da dove sono venute.
La mente può pensare di dormire, ma questo è tutto. Essa non può cambiare ciò che è il suo stato di veglia. Essa non può fare un corpo, né dimorare all’interno di un corpo. Ciò che è alieno alla mente non esiste, perché non ha alcuna fonte. Perché la mente crea tutte le cose che esistono, e non può conferire loro attributi che le mancano, né cambiare il suo stato eterno, di presenza mentale. Essa non può fare ciò che è fisico. Ciò che sembra morire non è che il segno che la mente dorme.
L’opposto della vita può solo essere un’altra forma di vita. Come tale, può essere riconciliata con ciò che la ha creato, perché in verità non è opposta. La sua forma può cambiare, può sembrare di essere ciò che non è. Ma la mente è la mente, che sia sveglia o addormentata. Non è il suo opposto in niente di creato, né in ciò che sembra fare quando crede di dormire.
Dio crea solo la mente sveglia. Egli non dorme, e le Sue creazioni non possono condividere quello che Egli non dà, né fare condizioni che Egli non condivide con esse. Il pensiero della morte non è l’opposto dei pensieri di vita. Non incontrando mai opposizione da parte di opposti di alcun tipo, i Pensieri di Dio rimangono per sempre immutati, con il potere di estendersi per sempre senza cambiamenti, ma comunque all’interno di se stessi, perché essi sono ovunque.
Quello che sembra essere l’opposto della vita è solo dormire. Quando la mente sceglie di essere ciò che non è, e di assumere un potere alieno che non ha, uno stato estraneo nel quale non può entrare, o una condizione falsa che non è all’interno della sua Fonte, essa sembra semplicemente addormentarsi per un po’. Sogna il tempo: un intervallo nel quale ciò che sembra accadere non è mai avvenuto, i cambiamenti intervenuti sono privi di sostanza, e tutti gli eventi non sono da nessuna parte. Quando la mente si sveglia, continua semplicemente ad essere come è sempre stata.
Cerchiamo oggi di essere figli della verità, e non neghiamo la nostra eredità santa. La nostra vita non è come la immaginiamo. Chi cambia vita perché chiude gli occhi, o fa di sé ciò che non è perché dorme e vede nei sogni un opposto di ciò che è? Oggi non chiederemo la morte in alcuna forma. E non permetteremo a opposti immaginari della vita di dimorare anche solo per un istante dove il Pensiero della vita eterna è stato posto da Dio Stesso.
Oggi ci sforziamo di mantenere la Sua dimora santa come Egli l’ha costituita e vuole che sia per sempre, in eterno. Egli è Signore di ciò che pensiamo oggi. E nei Suoi Pensieri, che non hanno opposti, comprendiamo che c’è un’unica vita ed è quella che condividiamo con Lui, con tutta la creazione, anche con i pensieri di coloro che Egli ha creato in una unità di vita che non può separarsi con la morte e lasciare la Fonte di vita da cui è venuta.
Noi condividiamo un’unica vita perché abbiamo un’unica Fonte, una Fonte dalla quale ci viene la perfezione, che rimane sempre nelle menti sante che Egli ha creato perfette. Come eravamo, così siamo ora e saremo per sempre. Una mente addormentata deve svegliarsi, nel momento in cui vede la sua perfezione rispecchiare il Signore della vita così perfettamente da dissolversi in ciò che vi si riflette. E ora non è più solo un puro riflesso. Diventa la cosa riflessa, e la luce che rende possibile il riflesso. Non è necessaria alcuna visione ora. Perché la mente risvegliata è una mente che conosce la sua Fonte, il suo Sé, la sua Santità.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s