IO NON HO PENSIERI NEUTRALI

vignette-b_12

LEZIONE 16

Io non ho pensieri neutrali.

L’idea di oggi rappresenta un passo iniziale per smettere di credere che i tuoi pensieri non abbiano effetto. Tutto ciò che vedi è il risultato dei tuoi pensieri. Non ci sono eccezioni a questo fatto. I pensieri non sono grandi o piccoli, potenti o deboli. Sono semplicemente veri o falsi. Quelli veri creano una realtà a loro immagine e somiglianza. Quelli falsi fanno la loro.

Non c’è concetto che si contraddica da sé più di quello dei “pensieri futili”. Ciò che dà origine alla percezione di tutto un mondo non può affatto essere chiamato futile. Ogni tuo pensiero contribuisce alla verità o all’illusione: o estende la verità o moltiplica le illusioni. Puoi davvero moltiplicare il nulla, ma così facendo non lo estenderai.

Oltre al riconoscere che i pensieri non sono mai futili, la salvezza richiede che tu riconosca anche che ogni pensiero che hai porta la pace o la guerra, l’amore o la paura. Un risultato neutrale è impossibile perché è impossibile un pensiero neutrale. C’è una tale tentazione a scacciare i pensieri di paura come non importanti, banali e non degni di preoccupazione, che è essenziale che tu li riconosca tutti come ugualmente distruttivi, ma ugualmente irreali. Praticheremo quest’idea in molte forme prima che tu la possa comprendere veramente.

Nell’applicare l’idea di oggi, cerca nella tua mente con gli occhi chiusi per un minuto circa e fai di tutto per non lasciarti sfuggire alcun “piccolo” pensiero che possa tendere a eludere la tua ricerca. Questo è piuttosto difficile da farsi finché non ti ci abitui. Scoprirai che è ancora difficile non cadere in distinzioni artificiose. Ogni pensiero che ti capita, a prescindere dalle qualità che tu gli attribuisci, è un soggetto adatto all’applicazione dell’idea di oggi.

Nei periodi di pratica ripeti dapprima l’idea a te stesso, e poi ogni qualvolta un pensiero ti attraversa la mente, mantienilo nella tua consapevolezza mentre dici a te stesso:

Questo pensiero su___________ non è un pensiero neutrale.

Quel pensiero su ___________ non è un pensiero neutrale.

Come al solito, usa l’idea di oggi ogniqualvolta tu sia consapevole di un particolare pensiero che ti produca disagio. A questo scopo si suggerisce questa forma:

Questo pensiero su ___________ non è un pensiero neutrale, perché io non ho pensieri neutrali.

Si consigliano quattro o cinque periodi di pratica, se li trovi relativamente poco impegnativi. Se senti tensione o fatica, tre saranno sufficienti. Anche la durata del periodo di pratica dovrebbe essere ridotta se si sente del disagio.

La riflessione di Lucia: Colpisce la mia attenzione il fatto che i pensieri hanno sempre un effetto, l’inganno che si trova celato nei termini “futile, neutro” e aggiungo “indifferente” che vengono spesso utilizzati nel dialogo comune: “Quella persona, quella situazione mi è del tutto indifferente”. La spiegazione di “difficile finché non ti abitui”. Penso a quando scartavo la possibilità di essere responsabile della mia esistenza perché credevo che il mondo mi mostrasse la verità. “E’ colpa sua, non sono stata io, è sua la responsabilità”. Era sempre di qualcun altro “la responsabilità”. Non mi accorgevo di essere, in questo modo, schiava della situazione stessa. Una prigione che costruivo con le mia mani, fatta di muri di nebbia che credevo di non poter oltrepassare: non ero abituata.

Tutto ciò che vedo è il risultato dei miei pensieri. E mi viene in mente un passaggio del Corso relativo a “La responsabilità di vedere |…| Abbiamo detto ripetutamente quanto poco ti venga chiesto per imparare questo corso. È la stessa piccola disponibilità di cui hai bisogno perché la tua intera relazione sia trasformata in gioia: il piccolo dono che offri allo Spirito Santo per il quale Egli ti dà tutto, quel minimo su cui si basa la salvezza, il minuscolo cambiamento di mente mediante il quale la crocifissione viene cambiata in resurrezione. Ed essendo vero, è così semplice che non si può fare a meno di  comprenderlo completamente.  Può essere rifiutato, ma non è ambiguo  E se ora scegli contro di esso, non sarà perché è oscuro, ma piuttosto perché questo piccolo prezzo è sembrato, a tuo giudizio,  troppo alto da pagare per la pace.

Questa è l’unica cosa che hai bisogno di fare perché ti venga data la visione, la felicità, la liberazione dal dolore e la salvezza completa dal peccato. Dì solo questo, ma intendilo senza riserve, perché in questo sta  il potere della salvezza:

Io sono responsabile di ciò che vedo.

Scelgo le sensazioni di cui faccio esperienza, e decido l’obiettivo che voglio raggiungere.

E ogni cosa che sembra accadermi la chiedo, e ricevo secondo ciò che ho chiesto.

Non ingannarti ulteriormente pensando di essere inerme di fronte a ciò che ti viene fatto. Riconosci solo che ti sei sbagliato, e tutti gli effetti dei tuoi errori scompariranno.

È impossibile che il Figlio di Dio sia semplicemente in balia di eventi esterni a lui. È impossibile che eventi che gli accadono non siano una sua scelta. Il suo potere di decisione è ciò che determina ogni situazione nella quale sembra trovarsi accidentalmente o per caso. All’interno dell’universo cosi come Dio lo ha creato, al di fuori del quale non c’è nulla, non è possibile alcun caso né incidente. Se soffri, hai deciso che il tuo obiettivo fosse il peccato. Se sei felice, hai dato il potere di decisione a Colui Che deve decidere per Dio per te. Questo è il piccolo dono che offri allo Spirito Santo, e perfino questo Egli ti dà perché tu lo dia a te stesso. Perché con questo dono ti è dato il potere di liberare il tuo salvatore, cosicché Egli possa darti la salvezza.” (T-21.II.1,2,3)

—-IMPORTANTE—- Seguire il testo è fondamentale, così come i principi descritto nel Manuale degli Insegnanti, la Chiarificazione dei Termini e i nuovi contenuti. Puoi acquistare il libro on line, cliccando su questo link:

http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=un+corso+in+miracoli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s