II RIPASSO E LEZIONE 81

1902079_942473569126034_6275995002835954258_n

II RIPASSO

Introduzione

Ora siamo pronti per un altro ripasso. Incominceremo da dove è finito l’ultimo ripasso, e affronteremo due idee ogni giorno. La prima parte di ogni giornata sarà dedicata a una di queste idee, e la seconda parte all’altra. Avremo un periodo di pratica più lungo, e frequenti periodi più brevi in cui ci eserciteremo con ciascuna di esse.

I periodi di pratica più lunghi seguiranno, grosso modo, questo schema generale: dedica circa quindici minuti di tempo per ciascuno di essi, e comincia con il pensare all’idea del giorno e ai commenti inclusi nelle istruzioni. Dedica tre o quattro minuti circa a leggerli lentamente, diverse volte se lo desideri, e poi chiudi gli occhi e ascolta.

Ripeti la prima fase del periodo di pratica se ti accorgi che la tua mente si distrae, ma cerca di passare la maggior parte del tempo ad ascoltare tranquillamente ma attentamente. C’è un messaggio che ti aspetta. Abbi fiducia nel fatto che lo riceverai. Ricordati che ti appartiene e che lo vuoi.

Non permettere al tuo intento di vacillare di fronte a pensieri che ti distraggono. Renditi conto che qualunque sia la forma che tali pensieri possono assumere non hanno né significato né potere. Sostituiscili con la tua determinazione a riuscire. Non dimenticare che la tua volontà ha potere su tutte le fantasie e su tutti i sogni. Confida nel fatto che la tua volontà ti aiuterà e ti trasporterà oltre.

Considera questi periodi di pratica come consacrazioni alla via, alla verità e alla vita. Rifiuta di farti portare fuori strada in deviazioni, illusioni e in pensieri di morte. Sei dedito alla salvezza. Sii determinato ogni giorno a non lasciare incompiuta la tua funzione.

Allo stesso modo riafferma la tua determinazione nei periodi di pratica più brevi, usando la forma originale dell’idea che usi nelle applicazioni generali e, quando sono necessarie, delle forme più specifiche. Alcune forme specifiche sono incluse nei commenti che seguono l’esposizione delle idee. Ma questi sono solo dei suggerimenti. Non sono le parole particolari che usi ad avere importanza.

LEZIONE 81

Le idee da ripassare oggi sono:

1. (61) Io sono la luce del mondo.

Come sono santo io, a cui è stata data la funzione di illuminare il mondo! Che io sia calmo di fronte alla mia santità. Che ogni mio conflitto scompaia nella sua calma luce. Che io mi ricordi Chi sono nella sua pace.

Alcune forme specifiche per applicare questa idea quando sembrano sorgere difficoltà particolari potranno essere:

Che io non oscuri la luce del mondo in me.

Che la luce del mondo risplenda attraverso questa apparenza.

Quest’ombra svanirà di fronte alla luce.

2. (62) Il perdono è la mia funzione come luce del mondo.

È attraverso l’accettazione della mia funzione che vedrò la luce in me. E in questa luce la mia funzione si ergerà chiara e perfettamente evidente alla mia vista. La mia accettazione non dipende dal fatto che io riconosca qual’è la mia funzione, perché non comprendo ancora il perdono. Ma avrò fiducia che, nella luce, lo vedrò così com’è.

Forme specifiche per l’uso di questa idea potranno essere:

Che questo mi aiuti ad imparare cosa significa il perdono.

Che io non separi la mia funzione dalla mia volontà.

Non userò ciò per uno scopo estraneo.

La riflessione di Lucia:  “Non dimenticare che la guarigione del Figlio di Dio è l’unico scopo del mondo. Questo è il solo scopo che lo Spirito Santo vede in esso, e quindi l’unico che ha. Finché non vedrai la guarigione del Figlio di Dio come tutto ciò che desideri sia compiuto dal mondo, dal tempo e dalle apparenze, non conoscerai il Padre né te stesso. Perché userai il mondo per ciò che non è il suo scopo, e non sfuggirai alle sue leggi di violenza e di morte. Tuttavia ti è dato di essere oltre le sue leggi in ogni aspetto, in ogni modo e in ogni circostanza, in ogni tentazione di percepire ciò che non c’è, e ogni volta che credi che il Figlio di Dio possa provare dolore perché si vede come non è.

Osserva tuo fratello e vedi in lui la totale inversione delle leggi che sembrano dominare questo mondo. Vedi nella sua libertà la tua, perché è così. Non permettere che il suo essere speciale oscuri la verità in lui, perché non sfuggirai a nessuna delle leggi di morte con cui lo leghi. E non c’è un peccato che vedi in lui che non vi mantenga entrambi all’inferno. Tuttavia la sua perfetta assenza di peccato libererà entrambi, perché la santità è del tutto imparziale, con un unico giudizio per tutti coloro che vede. E ciò si compie, non da sé, ma attraverso la Voce che parla per Dio in ogni cosa che vive e condivide il Suo Essere.” (T-24.VI.4,5)

—-IMPORTANTE—- Seguire il testo è fondamentale, così come i principi descritto nel Manuale degli Insegnanti, la Chiarificazione dei Termini e i nuovi contenuti. Puoi acquistare il libro on line, cliccando su questo link:

http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=un+corso+in+miracoli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s