LEZIONE 84

IMG_8490

LEZIONE 84

Queste sono le idee per il ripasso di oggi:

(67) L’Amore mi ha creato come se stesso.

Io sono ad immagine e somiglianza del mio Creatore. Non posso soffrire, non posso subire perdita e non posso morire. Io non sono un corpo. Oggi voglio riconoscere la mia realtà. Non adorerò degli idoli, né innalzerò il mio concetto di me a sostituzione del mio Sé. Sono ad immagine del mio Creatore. L’Amore mi ha creato come se stesso.

Per applicare l’idea potresti trovare utili queste forme specifiche:

Che io non veda in questa cosa un’illusione di me stesso.

Che io mi ricordi del mio Creatore guardando a questa cosa.

Il mio Creatore non ha creato questa cosa così come la vedo io.

 

(68) L’Amore non serba rancori.

I rancori sono completamente estranei all’amore. I rancori attaccano l’amore e mantengono oscura la sua luce. Se serbo rancori attacco l’amore e quindi attacco il mio Sé. Così il mio Sé mi diventa estraneo. Oggi sono determinato a non attaccare il mio Sé, in modo da poter ricordare Chi sono.

Queste forme specifiche potrebbero essere utili per l’applicazione dell’idea di oggi:

Questa non è una giustificazione per negare il mio Sé.

Non userò questa cosa per attaccare l’amore.

Che ciò non mi induca ad attaccare me stesso.

La lettura di oggi: “Il Figlio che Dio ha creato è libero come Dio lo ha creato. È rinato nello stesso istante in cui ha scelto di morire anziché di vivere. Non vuoi perdonarlo ora, per aver commesso in passato un errore che Dio non ricorda e che non c’è? Adesso stai andando avanti e indietro tra il passato e il presente. A volte il passato sembra reale come se fosse il presente. Si odono voci del passato di cui poi si dubita. Sei come uno che ha ancora delle allucinazioni, ma non è convinto di ciò che percepisce. Questa è la zona di confine tra i mondi, il ponte tra il passato e il presente. Qui c’è ancora l’ombra del passato, ma viene anche fiocamente riconosciuta una luce presente. Una volta che è stata vista, questa luce non può mai essere dimenticata. Deve portarti dal passato nel presente, dove sei veramente.

Le voci tenebrose non cambiano le leggi del tempo né quelle dell’eternità. Vengono da ciò che è passato e finito, e non ostacolano la vera esistenza del qui e ora. Il mondo reale è la seconda parte dell’allucinazione secondo la quale il tempo e la morte sono reali e hanno un’esistenza che può essere percepita.

Questa terribile illusione è stata negata solo per il tempo che Dio ha impiegato per dare all’illusione la Sua Risposta per ogni momento e in ogni circostanza. E dopo non è più stato possibile farne esperienza come se ci fosse.

Ogni giorno, e ogni minuto di ogni giorno, e ogni istante che ciascun minuto contiene, non fai che rivivere il singolo istante in cui il momento di terrore ha preso il posto dell’amore. E così muori ogni giorno per vivere di nuovo, finché non attraverserai lo spazio vuoto tra il passato e il presente, che non è affatto uno spazio vuoto. Tale è ogni vita: un intervallo apparente tra la nascita e la morte per poi tornare nuovamente alla vita, la ripetizione di un istante scomparso tanto tempo fa che non può essere rivissuto. E tutto il tempo non è che la folle credenza che ciò che è finito sia ancora qui ed ora.

Perdona il passato e lascialo andare perché è scomparso. Non sei più nel luogo che sta tra i due mondi. Sei andato avanti, e hai raggiunto il mondo che sta alle porte del Cielo. Non c’è ostacolo alla Volontà di Dio, né alcun bisogno che tu ripeta ancora un viaggio che è finito tanto tempo fa. Guarda dolcemente tuo fratello e vedi il mondo in cui la percezione del tuo odio è stata trasformata in un mondo d’amore.

—-IMPORTANTE—- Seguire il testo è fondamentale, così come i principi descritto nel Manuale degli Insegnanti, la Chiarificazione dei Termini e i nuovi contenuti. Puoi acquistare il libro on line, cliccando su questo link:

http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=un+corso+in+miracoli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s