LEZIONE 94

10259740_10152052964038193_3019964911088438902_n

LEZIONE 94

Io sono come Dio mi ha creato.

 

Oggi continuiamo con la sola idea che porta la salvezza completa, la sola affermazione che rende impotenti tutte le forme di tentazione; il solo pensiero che fa tacere l’ego e lo disfa totalmente. Tu sei come Dio ti ha creato. I suoni di questo mondo tacciono, le immagini di questo mondo scompaiono, e tutti i pensieri che sono stati pensati in questo mondo sono spazzati via per sempre da questa sola idea. Qui si compie la salvezza. Qui viene ripristinata la sanità mentale.

La vera luce è forza, e la forza è assenza di peccato. Se rimani come Dio ti ha creato devi essere forte e la luce dev’essere in te. Colui Che assicurò la tua assenza di peccato deve essere pure garante di luce e forza. Tu sei come Dio ti ha creato. L’oscurità non può offuscare la gloria del Figlio di Dio. Tu sei nella luce, forte nell’assenza di peccato in cui sei stato creato, e nella quale rimarrai per tutta l’eternità.

Oggi dedicheremo di nuovo i primi cinque minuti di ogni ora di veglia a cercare di sentire la verità in te. Comincia questi periodi di ricerca con queste parole:

Io sono come Dio mi ha creato.

Io sono Suo Figlio per l’eternità.

Cerca ora di raggiungere il Figlio di Dio in te. Questo è il Sé Che non ha mai peccato, né ha fatto un’immagine con cui sostituire la realtà. Questo è il Sé che non ha mai lasciato la Sua dimora in Dio per vagare incerto nel mondo. Questo è il Sé Che non conosce paura, né può concepire perdita, sofferenza o morte.

Non ti si chiede nulla per raggiungere quest’obiettivo, salvo il mettere da parte ogni idolo o immagine di sé: vai oltre l’elenco di attributi, sia buoni che cattivi, che ti sei assegnato ed attendi in silenziosa aspettativa la verità. Dio Stesso ha promesso che essa sarà rivelata a tutti coloro che la chiedono. Tu la stai chiedendo ora. Non puoi fallire poiché Egli non può fallire.

Se non riesci a soddisfare la richiesta di praticare i primi cinque minuti di ogni ora, almeno rammentati ogni ora:

Io sono come Dio mi ha creato.

Io sono Suo Figlio per l’eternità.

Dì a te stesso frequentemente oggi che sei come Dio ti ha creato. E assicurati di rispondere con queste parole a chiunque sembri irritarti:

Tu sei come Dio ti ha creato.

Tu sei Suo Figlio per l’eternità.

Fa ogni sforzo per fare gli esercizi ogni ora oggi. Ogni esercizio che farai sarà un passo gigantesco verso la tua liberazione, ed una pietra miliare nell’apprendimento del sistema di pensiero che questo corso propone.

La riflessione e lettura di oggi: Cercare l’amore dove non c’è porta alla frustrazione. L’amore non va cercato, ma riconosciuto. E’ sempre stato dove Dio l’ha messo: nella Mente Una. Non è mai stato spostato da lì. Solo chi ha fatto la percezione e vive nel suo mondo ha provveduto a spostare ogni cosa ponendola all’esterno. Dopo la separazione, c’è un dentro e un fuori, una causa e un effetto, una chiedere e un ricevere. Un ego, che sembra essere tutto ciò che ho e lo Spirito Santo, dato da Dio per risvegliare la memoria. Dove pongo la fede, lì c’è la mia attenzione. Gesù ci aiuta a trovare la strada, collocando ogni richiesta al suo posto, così come dev’essere. Sciogliendo la confusione e rimettendo ogni entità al suo posto, resta solo un’osservazione chiara di ciò che produce l’ego e di ciò che può disfare lo Spirito Santo dandoGli solo una piccola disponibilità. L’unico “fare” corretto per ritrovare il Figlio di Dio sepolto in me è “disfare” con gli strumenti che fornisce lo Spirito Santo: riconoscere l’errore e chiedere con fede che venga corretto. Il “bello e buono” prodotto dall’ego, costruito su basi di colpa, peccato e paura, non può resistere per molto. Durerà il tempo di un istante. Quell’istante destinato a far tacere il vuoto che c’è dentro di me. Ecco, quell’istante di “bello e buono”, anch’esso –e non solo dolore e tristezza- vanno usati come strumento per correggere l’errore. Nelle mani dello Spirito Santo, tutto assume un’unica solida forma d’Amore, da usare nella percezione in modo differente. Cambia la visione di ciò che vedo: la forma rimane intatta. Questo è il cambio di percezione, la visione felice che propone lo spirito quando gli viene offerta quella errata e gli viene chiesto che venga mostrata una corretta percezione del corpo.

“Il tuo compito non è di ricercare l’amore, ma di cercare e trovare tutte le barriere dentro di te che hai costruito contro di esso. Non è necessario ricercare ciò che è vero, ma è necessario cercare ciò che è falso. Ogni illusione è un’illusione di paura, qualunque forma prenda. E il tentativo di fuggire da un’illusione a un’altra è destinato a fallire. Se cerchi l’amore al di fuori di te puoi essere certo che dentro di te percepisci l’odio e ne hai paura. Tuttavia la pace non verrà mai dall’illusione dell’amore, ma solo dalla sua realtà.

Riconosci questo, perché è vero, e la verità deve essere riconosciuta se deve essere distinta dall’illusione: la relazione speciale d’amore è un tentativo di portare amore nella separazione. E, in quanto tale, non è nulla più che un tentativo di portare l’amore nella paura e di renderlo reale nella la paura. Nella fondamentale violazione dell’unica condizione dell’amore, la relazione speciale d’amore vorrebbe compiere l’impossibile. In che altro modo se non nell’illusione potrebbe essere fatto ciò? È essenziale che esaminiamo molto da vicino cosa esattamente pensi di poter fare per risolvere il dilemma che ti sembra molto reale ma che non esiste. Sei giunto vicino alla verità e solo questo si frappone tra te e il ponte che ti porterà ad essa.” (T-16.IV.6,7)

—-IMPORTANTE—- Seguire il testo è fondamentale, così come i principi descritto nel Manuale degli Insegnanti, la Chiarificazione dei Termini e i nuovi contenuti. Puoi acquistare il libro on line, cliccando su questo link:

http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=un+corso+in+miracoli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s