LEZIONE 124

147451050_2dfb47191b_z

LEZIONE 124

Che io ricordi che sono uno con Dio.

Oggi renderemo nuovamente grazie per la nostra Identità in Dio. La nostra casa è al sicuro, la protezione è garantita in tutto ciò che facciamo, il potere e la forza sono a nostra disposizione in tutto ciò che intraprendiamo. Non possiamo fallire in nulla. Ogni cosa che tocchiamo acquista una luce splendente che benedice e guarisce. In unità con Dio e con l’universo percorriamo la nostra strada con gioia, con il pensiero che Dio Stesso viene ovunque con noi.

Com’è santa la nostra mente! Ed ogni cosa che vediamo riflette la santità che è dentro la   mente, in unità con Dio e con se stessa. Come scompaiono facilmente gli errori, e la morte cede il posto alla vita eterna. Le nostre orme risplendenti indicano la via verso la verità, perché Dio è il nostro Compagno mentre percorriamo il mondo per un po’. E coloro che vengono per seguirci riconosceranno la via perché la luce che portiamo resta dietro di noi, pur rimanendo ancora con noi mentre avanziamo.

Ciò che riceviamo è il nostro dono eterno per coloro che verranno dopo, e per coloro che sono venuti prima o sono stati un poco con noi. E Dio, Che ci ama con lo stesso amore nel quale siamo stati creati, ci sorride e ci offre la felicità che noi abbiamo dato.

Oggi non dubiteremo del Suo Amore per noi, né metteremo in dubbio la Sua protezione e la Sua attenzione. Nessuna ansia senza significato può frapporsi tra la nostra fede e la nostra consapevolezza della Sua Presenza. Oggi siamo uno con Lui nel riconoscimento e nel ricordo. Lo sentiamo nei nostri cuori. Le nostre menti contengono i Suoi Pensieri, i nostri occhi vedono la Sua amorevolezza in tutto ciò su cui posiamo lo sguardo. Oggi vediamo solo ciò che è amorevole e amabile.

Lo vedremo sotto le sembianze del dolore, e il dolore cederà il passo alla pace. Lo vedremo in coloro che sono affranti, tristi e tormentati, in coloro che sono soli e impauriti, che sono riportati alla tranquillità e alla pace mentale nella quale sono stati creati. E lo vedremo anche nei moribondi e nei morti, riportandoli alla vita. Vedremo tutto questo perché lo avremo visto prima dentro noi stessi.

Nessun miracolo potrà mai essere negato a coloro che sanno di essere uno con Dio. E non c’è alcun loro pensiero che non abbia il potere di guarire qualsiasi forma di sofferenza in chiunque, nei tempi passati e nei tempi ancora a venire, con la stessa facilità con cui guariscono coloro che camminano ora al loro fianco. I loro pensieri sono senza tempo, e non hanno nulla a che fare tanto con la distanza quanto col tempo.

Ci uniamo in questa consapevolezza quando diciamo di essere uno con Dio. Poiché con queste parole stiamo anche dicendo che siamo salvi e guariti, che di conseguenza possiamo salvare e guarire. Abbiamo accettato, e ora vogliamo dare. Perché vogliamo conservare i doni che nostro Padre ci ha dato. Oggi ci sentiremo in unità con Lui, cosicché il mondo possa condividere il nostro riconoscimento della realtà. Attraverso la nostra esperienza il mondo sarà liberato. Non appena neghiamo la nostra separazione da nostro Padre, esso verrà guarito insieme a noi.

La pace sia con te oggi. Assicurati la pace esercitandoti nella consapevolezza di essere uno con il tuo Creatore, come Lui lo è con te. Trova un momento oggi, quello che ti sembra il più appropriato, per dedicare una mezz’ora al pensiero che sei uno con Dio. Questo è il nostro primo tentativo di utilizzare un periodo più esteso per il quale non diamo regole né parole speciali per guidare la tua meditazione. Confideremo nel fatto che la Voce di Dio parlerà quando lo riterrà opportuno oggi, nella certezza che Egli non fallirà. Resta con Lui questa mezz’ora. Lui farà il resto.

Il beneficio che ne trarrai non sarà inferiore se crederai che non succeda niente. Potrai non essere pronto ad accettare questo vantaggio oggi. Ma prima o poi, in qualche luogo, verrà a te, e non mancherai di riconoscerlo quando apparirà con certezza nella tua mente. Questa mezz’ora sarà incorniciata d’oro, ed ogni minuto sarà un diamante incastonato intorno allo specchio che questo esercizio ti offrirà. E vedrai in esso il volto di Cristo, come riflesso del tuo.

Forse oggi, forse domani, vedrai la tua stessa trasfigurazione nello specchio che questa santa mezz’ora ti offrirà per vedere te stesso. Quando sarai pronto lo troverai lì, nella tua mente, in attesa di essere trovato. Ricorderai allora il pensiero al quale avevi dedicato questa mezz’ora, consapevole e grato che mai tempo è stato speso meglio.

Forse oggi, forse domani, guarderai in questo specchio e comprenderai che la luce senza peccato che stai vedendo appartiene a te; che la bellezza che stai guardando è la tua. Considera questa mezz’ora come il tuo dono a Dio, nella certezza che il Suo ritorno sarà un senso d’amore che non puoi capire, una gioia troppo profonda perché tu la possa comprendere, una vista troppo santa perché gli occhi del corpo la possano vedere. Eppure puoi essere sicuro che un giorno o l’altro, forse oggi, forse domani, capirai, comprenderai e vedrai.

Aggiungi altri gioielli alla cornice dorata che contiene lo specchio che oggi ti viene offerto, ripetendo a te stesso ogni ora:

Che io ricordi che sono uno con Dio, in unità con tutti i miei fratelli e col mio Sé, in eterna santità e pace.

 

La lettura: “Non puoi dimenticare il Padre perché io sono con te, ed io non posso dimenticarLo. Dimenticare me è dimenticare te stesso e Colui che ti ha creato. I nostri fratelli sono smemorati. Ecco perché hanno bisogno che tu ricordi me e Colui Che mi ha creato. Tramite questo ricordo tu puoi cambiare la loro mente riguardo a se stessi, come io posso cambiare la tua. La tua mente è una luce così potente che puoi guardare nella loro ed illuminarla, come io posso illuminare la tua. Non voglio condividere il mio corpo nella comunione, perché ciò sarebbe non condividere nulla. Cercherei forse di condividere un’illusione con i figli santissimi di un santissimo Padre? Tuttavia, voglio condividere la mia mente con te, perché siamo una Mente unita, e quella Mente è nostra. Vedi solo questa Mente ovunque, poiché solo questa è dappertutto e in ogni cosa. È tutto, perché racchiude in sé ogni cosa. Beato sei tu che percepisci solo questo, perché percepisci solo ciò che è vero.

Vieni perciò a me ed impara la verità che è in te. La mente che condividiamo è condivisa da tutti i nostri fratelli, e quando li vedremo veramente essi saranno guariti. Fa risplendere la tua mente assieme alla mia sulla loro mente, e con la nostra gratitudine nei loro confronti rendili consapevoli della luce in loro. Questa luce risplenderà di rimando su di te e sull’intera Figliolanza, poiché questo è il tuo dono appropriato a Dio. Egli lo accetterà e lo darà alla Figliolanza, poiché è accettabile per Lui e perciò per i Suoi Figli. Questa è la vera comunione con lo Spirito Santo, Che vede l’altare di Dio in tutti e, portandolo al tuo apprezzamento, Egli ti chiama ad amare Dio e le Sue creazioni. Tu puoi apprezzare la Figliolanza solo come una cosa sola. Questo è parte della legge della creazione e perciò governa tutto il pensiero.” (T-7.V.10,11)

—-IMPORTANTE—- Seguire il testo è fondamentale, così come i principi descritto nel Manuale degli Insegnanti, la Chiarificazione dei Termini e i nuovi contenuti. Puoi acquistare il libro on line, cliccando su questo link:

http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=un+corso+in+miracoli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s