COSA SONO IO E LEZIONE 351

Cosa sono io?

Io sono il Figlio di Dio, completo, guarito e intero, risplendente nel riflesso del Suo Amore. In me la Sua creazione è santificata e ad essa è garantita vita eterna. In me l’amore è reso perfetto, la paura impossibile e la gioia stabilisce senza opposti. Io sono la santa dimora di Dio Stesso. Io sono il Cielo dove risiede il Suo Amore. Io sono la Sua santa Assenza di Peccato Stessa, poiché nella mia purezza risiede la Sua.

Il nostro bisogno di parole è quasi terminato ora. Tuttavia, nei giorni che concludono questo anno che insieme, tu ed io, abbiamo dato a Dio, abbiamo scoperto un unico proposito che abbiamo condiviso. E così ti sei unito a me, cosicché ciò che io sono, lo sei anche tu. La verità di ciò che siamo non è esprimibile, né descrivibile a parole. Tuttavia possiamo renderci conto della nostra funzione qui, e le parole possono anche esprimere ciò e insegnarlo, se diventiamo l’esempio delle nostre parole.

Noi siamo i portatori della salvezza. Accettiamo la nostra parte come salvatori del mondo, che tramite il nostro perdono congiunto, viene redento. E questo, il nostro dono, ci viene dunque dato. Vediamo ciascuno come un fratello e percepiamo ogni cosa come gentile e buona. Non cerchiamo una funzione che è oltre la porta del Cielo. La conoscenza ritornerà quando avremo fatto la nostra parte. Noi ci preoccupiamo solo di dare il benvenuto alla verità.

Nostri sono gli occhi tramite i quali la visione di Cristo vede un mondo redento da ogni pensiero di peccato. Nostre sono le orecchie che odono la Voce che parla per Dio proclamare l’assenza di peccato del mondo. Nostre le menti che si uniscono insieme quando benediciamo il mondo. E dall’unità che abbiamo raggiunto chiamiamo tutti i nostri fratelli, chiedendo loro di condividere la nostra pace e coronare la nostra gioia.

Noi siamo i santi messaggeri di Dio che parlano per Lui e, portando la Sua Parola a chiunque Egli ci ha mandato, impariamo che essa è scritta nei nostri cuori. E così le nostre menti sono modificate riguardo allo scopo per il quale siamo venuti e che cerchiamo di servire. Portiamo la lieta novella al Figlio di Dio, che pensava di soffrire. Ora è redento. E quando vedrà la porta del Cielo aperta davanti a lui, vi entrerà e scomparirà nel Cuore di Dio.

winter3

Lezione 351

Mio fratello senza peccato è la mia guida verso la pace. Mio fratello colpevole è la mia guida verso il dolore. E io vedrò quello che scelgo di vedere.

Chi è mio fratello se non il Tuo santo Figlio? E se lo vedo peccatore proclamo me stesso peccatore, non Figlio di Dio; solo e senza amici in un mondo spaventoso. Tuttavia questa percezione è una scelta che faccio io, e alla quale posso rinunciare. Posso anche vedere mio fratello senza peccato, come Tuo santo Figlio. E con questa scelta vedo la mia assenza di peccato, il mio eterno Consolatore e Amico accanto a me, e il mio cammino sicuro e chiaro. Scegli dunque per me, Padre mio, tramite la Tua Voce. Poiché soltanto Lui dà giudizi nel Tuo Nome.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s