REALTA’ e SOGNO

75f3c46d9dd5224fe5afe470c17eef84

Affidando allo Spirito Santo la scelta di quale brano condividere con voi oggi, ho pensato all’inizio di Un Corso in Miracoli, dove viene spiegata la “|…| distinzione fondamentale  tra ciò che è reale e ciò che non lo è: tra la conoscenza e la percezione. La conoscenza è la verità, sotto un’unica legge: la legge dell’amore o di Dio. La verità è inalterabile, eterna e per niente ambigua. Può non essere riconosciuta, ma non può essere modificata. Si applica ad ogni cosa creata da Dio, e solo ciò che Lui ha creato è reale. Va al di là di ogni apprendimento perché è al di là del tempo e dell’andamento delle cose. Essa non ha opposti, non ha inizio né fine. Semplicemente è.”

E poi c’è “|…| il mondo della percezione, d’altro canto, è il mondo del tempo, del cambiamento, dell’inizio e della fine. E’ basato sulla interpretazione, non sui fatti. E’ il mondo della nascita e della morte, basato sul credere nella scarsità, nella perdita, nella separazione e nella morte. La percezione viene imparata, non donata, è selettiva e nella sua enfasi sulla percezione, instabile nel suo funzionamento ed inesatta nelle sue interpretazioni.

Rispettivamente dalla conoscenza e dalla percezione emergono due distinti sistemi di pensiero, che sono opposti in ogni aspetto. Nel regno della conoscenza non esiste alcun pensiero separato da Dio, poiché Dio e la Sua Creazione condividono una sola Volontà. Il mondo della percezione, tuttavia, nasce dalla credenza negli opposti e in volontà separate, perennemente in conflitto gli uni con gli altri e con Dio. Ciò che la percezione vede e sente sembra essere reale perché permette di portare alla consapevolezza solo ciò ce è conforme ai desideri di chi percepisce. Ciò porta a un mondo di illusioni, un mondo che ha bisogno di costanti difese proprio perché non è reale.|…|”

E’ in questo mondo che noi crediamo di vivere. Abbiamo completamente dimenticato chi siamo e la nostra perfezione, la nostra appartenenza a Dio e stiamo vivendo in un sogno dal quale possiamo risvegliarci solo con un Aiuto. “|…|non puoi sfuggirvi senza aiuto, poiché ogni cosa che i tuoi sensi mostrano testimonia semplicemente la realtà del sogno. Dio ha fornito la Risposta, la sola Via d’uscita, il vero Aiutante. La funzione della Sua Voce, il Suo Spirito Santo, è di mediare tra i due mondi. Egli può fare ciò perché da un lato conosce la verità, dall’altro riconosce anche le illusioni, pur senza credere in esse. L’obiettivo dello Spirito Santo è quello di aiutarci ad uscire dal mondo dei sogni insegnandoci come capovolgere il nostro sistema di pensiero e disimparare dai nostri errori. Il perdono è la lezione più grande offertaci dallo Spirito Santo per compiere questo capovolgimento del nostro sistema di pensiero. |…|

Qui non si tratta di pensiero positivo o negativo, ma dell’impossibilità nel mondo della percezione di pensare senza l’interferenza del giudizio. Nessuno, e lo sottolineo, è immune al giudizio sia dato che ricevuto. Tutti, e sottolineo tutti, hanno la possibilità di ricordare come essere felici che passa attraverso il perdono.  “|…| Il perdono è lezione più grande offertaci dallo Spirito Santo per compiere questo capovolgimento del nostro sistema di pensiero.|…|”  Conosci la definizione “ribaltato come un calzino”? Forse, oltre che conoscerla, l’hai anche sperimentata. E’ la definizione che, secondo me, più si avvicina a ciò che il Corso definisce “cambio di percezione”, e cioè un modo completamente differente da quello che conosciamo. Una discesa, un arrotolare il tappeto del tempo sul quale abbiamo camminato fino ad ora per arrivare nel momento in cui la separazione è avvenuta. Lì possiamo conoscere come tutto è iniziato. Un viaggio che non dura unicamente le 365 lezioni fatte per ogni giorno dell’anno, o la lettura del libro di testo, ma che vale la nostra intera esistenza, istante dopo istante.

Vi invito a continuare la lettura della Prefazione e magari leggerla più volte, sottolineando ciò che più vi colpisce. Studiare questa prima parte è importante e, personalmente, resto ancora stupita da come il cambio di mente può influire sulla comprensione di un testo i cui brani ho letto svariate volte.

Seguire il testo è fondamentale, così come i principi descritto nel Manuale degli Insegnanti, la Chiarificazione dei Termini e i nuovi contenuti. Puoi acquistare il libro on line, cliccando su questo link:

http://www.macrolibrarsi.it/search/?search3=un+corso+in+miracoli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s