PIU’ DI OGNI ALTRA COSA IO VOGLIO VEDERE

L’idea di oggi esprime qualcosa di più forte della semplice determinazione. Essa dà alla visione la priorità su tutti i tuoi desideri. Puoi sentirti esitante ad usare questa idea perché non sei sicuro che questo è veramente quello che vuoi dire. Ciò non ha alcuna importanza. Lo scopo degli esercizi di oggi è di avvicinare un pochino il momento in cui l’idea sarà completamente vera.

Mentre dici che più di ogni altra cosa desideri vedere, potrai essere tentato di credere che ti si stia chiedendo un qualche tipo di sacrificio. Se usare questa affermazione senza riserve ti crea del disagio, aggiungi: La visione non costa niente a nessuno.

Se la paura della perdita persiste, aggiungi ancora: Può solo essere una benedizione.

 Per ottenere il massimo beneficio, l’idea di oggi deve essere ripetuta molte volte. Dovrebbe essere usata almeno ogni mezz’ora, e anche di più se possibile. Potresti provare ogni quindici o venti minuti. Ti si raccomanda di stabilire un preciso intervallo di tempo per l’uso dell’idea quando ti svegli o appena più tardi, e di cercare di aderirvi per tutta la giornata. Non ti sarà difficile farlo, anche se sei impegnato in una conversazione o occupato in altre cose in quel momento. Puoi sempre ripetere una breve frase dentro di te, senza interferire con niente.

La vera domanda è: quante volte te ne ricorderai? Quanto vuoi che l’idea di oggi sia vera? Rispondi ad una di queste domande e avrai risposto all’altra. Probabilmente salterai molte esercitazioni, e forse moltissime. Non lasciare che questo interferisca, ma da quel momento in poi cerca di mantenere il ritmo che ti sei dato. Se soltanto una volta durante la giornata senti di essere stato perfettamente sincero nel ripetere l’idea di oggi, puoi stare certo di esserti risparmiato molti anni di sforzi. (L-pI.27)

IMG_0195.JPG

Una lezione, la 27, sulle quali in passato mi sono fermata alcuni giorni e che mi rimanda a un brano del Capitolo 21:           “Abbiamo detto ripetutamente quanto poco ti venga chiesto per imparare questo corso. È la stessa piccola disponibilità di cui hai bisogno perché la tua intera relazione sia trasformata in gioia: il piccolo dono che offri allo Spirito Santo per il quale Egli ti dà tutto, quel minimo su cui si basa la salvezza, il minuscolo cambiamento di mente mediante il quale la crocifissione viene cambiata in resurrezione. Ed essendo vero, è così semplice che non si può fare a meno di  comprenderlo completamente.  Può essere rifiutato, ma non è ambiguo  E se ora scegli contro di esso, non sarà perché è oscuro, ma piuttosto perché questo piccolo prezzo è sembrato, a tuo giudizio,  troppo alto da pagare per la pace. Questa è l’unica cosa che hai bisogno di fare perché ti venga data la visione, la felicità, la liberazione dal dolore e la salvezza completa dal peccato. Dì solo questo, ma intendilo senza riserve, perché in questo sta  il potere della salvezza:

Io sono responsabile di ciò che vedo. Scelgo le sensazioni di cui faccio esperienza, e decido l’obiettivo che voglio raggiungere. E ogni cosa che sembra accadermi la chiedo, e ricevo secondo ciò che ho chiesto.

Non ingannarti ulteriormente pensando di essere inerme di fronte a ciò che ti viene fatto. Riconosci solo che ti sei sbagliato, e tutti gli effetti dei tuoi errori scompariranno. (T-21.2.1,2)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s